Sito ufficiale dello Yoseikan Budo in Italia
MSP Italia Yoseikan Budo
Member of World Yoseikan Federation

National Meeting Rimini 2016

National Meeting Rimini 2016

GRAN PRIX INTERNATIONAL SLOVAKIA - EUROPEAN CHAMPIONSHIP 2015 Bratislava

Stage moment

Yoseikan Budo - un'arte marziale vivente

Sport per tutti

Sparring

Metodo d’allenamento basato sulle tecniche di combattimento con un partner e protezioni corporali. Questo metodo utilizza la musica per ritmare le concatenazioni di colpi sul bersaglio o di proiezione sul partner. Durante questo allenamento i colpi vengono portati soltanto sui guanti e le proiezioni non terminano al suolo. Questo nuovo metodo permette il miglioramento della potenza, della velocità, della precisione, della giustezza dei movimenti e del tono muscolare.

Vantaggi:

• Miglioramento della condizione fisica dei praticanti di Yoseikan Budo e degli atleti.
• Miglioramento della fluidità e del rilassamento nei movimenti praticati.
• Spirito di gruppo
• Motivazione all’esercizio di routine.
• Promozione dello Yoseikan Budo attraverso un metodo che riguarda un pubblico più vasto.
• Incremento del numero degli associati.
• Possibilità di coinvolgere tutta la famiglia e quindi di rinsaldarne i vincoli nell’ambito di una stessa attività sportiva: lo Yoseikan.
• Facilità di trovare delle sale e degli orari adatti (anche senza Tatami)
• Sviluppo professionale (corsi tutta la settimana in sale differenti e con temi diversi, con l’ausilio dei detentori di apposito Brevetto, Certificato o Diploma).

L’allenamento

Lo YCT si presenta come un'attività fisica che stimola l'apparato cardiocircolatorio e lo migliora attraverso l'uso di tecniche derivate dallo Yoseikan Budo, rispettandone le posture, l'esattezza dei movimenti e l'efficacia. Il tutto a ritmo di musica in una concezione moderna dello Yoseikan Budo. Nato negli anni settanta lo YCT si presenta oggi come un sistema completo di allenamento. Dall’idea di Hiroo Mochizuki, che utilizzava le percussioni per impartire un lavoro ritmico, si è passati al metodo del figlio Mitchi che utilizza diversi stili di musica quale la House, Techno e Disco per arrivare allo stesso scopo, cioè quello di allenare gli atleti in maniera ritmica nell'esecuzione delle tecniche. Visto anche l'aspetto ludico connesso si è pensato di allargare questa attività ad un pubblico più vasto creando dei veri e propri corsi di YCT.

Inoltre può essere un metodo interessante per quanto riguarda la parte che impegna fisicamente i budoka, per persone che non vogliono praticare un’attività con contatto fisico o per i gruppi giovanili che si sentono motivati al movimento attraverso la musica preferita.

Il lavoro

Lo YCT è prevalentemente un’attività cardiovascolare. La base è un lavoro aerobico (resistenza generale) in quanto una lezione dura dai 45 ai 60 minuti.
Il carico di lavoro è costituito dalla ripetizione delle singole tecniche, da un lavoro di tonificazione con esercizi classici a carico naturale, con pesi e sbarre, con coreografie di 4 – 8 tecniche combinate e di esercizi di defaticamento, quale lo streching e le tecniche di respirazione.

Si consiglia di entrare nella fascia di allenamento aerobica dopo un attento riscaldamento che consideri gli esercizi programmati, e di considerare che una parte delle tecniche presenta un lavoro di streching attivo che può presentare traumi se non sufficientemente preparato nella parte iniziale dell’attività.

Le tecniche

Nella fase di riscaldamento si prediligono tecniche base; prima a corto raggio e poi a lungo. Successivamente le tecniche da usare possono essere in gran parte quelle del repertorio dello Yoseikan Budo, prediligendo gli Atemi (colpi di braccia e gambe) e tecniche di spazzate in combinazione.

Per i principianti si consiglia l’uso di tecniche orientate frontalmente e lateralmente e di non effettuare un lavoro altamente acrobatico.

Per un gruppo più impostato l’uso delle armi e di piccoli carichi può comportare delle difficoltà in più. Oltre a ciò le coreografie possono assumere la forma di veri e propri esercizi di coordinazione tra le diverse tecniche. Il consiglio che si può dare per creare una lezione è quello di costruire sia la tecnica singola con esercizi base, per poi passare al concatenamento delle diverse tecniche per formare una coreografia.

Nella parte di tonificazione si prediligono esercizi conosciuti come flessioni e crunch a terra ecc. oppure con carichi come le barre, manubri, bilancieri, cavigliere nelle diverse sfumature per rendere creativa la lezione.

L’abbigliamento

L’uso del Kimono non è d’obbligo; si possono indossare T-shirt con il logo dello Yoseikan Budo e i pantaloni del Kimono. Inoltre esiste una gamma completa di prodotti in trend con la moda adatti per questo scopo. Si consigliano comunque degli abiti che permettano di effettuare ogni movimento con grande libertà, e che comunque rispettino un certo decoro, a dimostrazione della serietà di quest’attività.

 

MSP ItaliaM.S.P. Italia
Settore Yoseikan Budo
Cod. fiscale IT96067200582

riconosiuto da

CONI

Min. InternoMin. Interno
Ente Assistenziale

Min. LavoroMin. Lavoro
Ass. Promozione Sociale

Min. DifesaMin. Difesa
Riconoscimento attività


 

 
 

Albo

  • Insegnanti
  • DAN
  • Arbitri

leggi tutto

Video

Guardate i video!

leggi tutto

Foto

Cliccate nelle nostre gallerie foto!

leggi tutto